Pittura > Catania sotterranea

Il passato della città catanese rimane sempre l'oggetto del sogno pittorico di Antonio Santacroce. Ancor più quando , nel 1988, durante una delle consuete passeggiate per le vie della città, ha modo di osservare uno scavo archeologico, grazie al quale intraprende il più fascinoso dei viaggi: l'invenzione di una città sotterranea, lambita dall'acqua di un fiume che si nutre delle rovine di antichi splendori che egli chiamerà Catania Sotterranea. Una "Pompei Etnea" custodita da un gusto barocco che fratturato lascia intravedere figure sbiadite sui muri corrosi di antiche stanze: Le Stanze del Sogno.