Dittici del Dare-Avere

A partire dal 1988, si vede impegnato nell’esecuzione di un altro ambizioso progetto intellettuale, intitolato i Dittici del Dare e Avere che continuano e sviluppano il precedente Speculum-Atto Pubblico (un vecchio quaderno sul quale realizza duecento disegni).

I temi della dualità e della completezza reciproca vengono affrontati attingendo all’intera gamma delle immagini passate. Il segno torna ad essere lo strumento descrittivo per raffigurare squarci di vita urbana, realmente osservata o solo sognata e appuntata su innumerevoli tipologie di carte, come è solito fare Santacroce.

  • Pinterest Icon sociale
  • Facebook Icona sociale

@2018 by Marco Platania